fbpx

La soluzione EVE Smart Home concorre all’ Olimpiade dell’architettura sostenibile a Dubai

Ventuno atenei di quindici paesi del mondo hanno recentemente preso parte all’evento Solar Decathlon Middle East, l’Olimpiade dell’architettura sostenibile il cui obiettivo era progettare e costruire il miglior prototipo, in scala 1:1, dell’abitazione del futuro: ‘smart’, di design ed interamente alimentata dall’energia solare, specificatamente a beneficio degli abitanti della regione del Medio Oriente. Alla competizione ha partecipato anche un team italiano, il Team Sapienza dell’Università Sapienza di Roma con il progetto “ReStart4Smart”, accompagnato lungo un percorso durato due anni, da importanti eccellenze italiane, tra cui anche ILEVIA.

L’edizione appena conclusa si è tenuta a Dubai nel corso della Dubai Design Week. I 15 prototipi di abitazione in concorso sono rimasti in esposizione presso il Mohammed bin Rashid Al Maktoum Solar Park per ben due settimane, dopo un lavoro di progettazione della durata di ben due anni. L’edizione Solar Decathlon Middle East 2018 è stata organizzata sotto il patrocinio di Sua Altezza Sheikh Hamdan bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum, principe ereditario di Dubai, con la collaborazione degli enti Dubai Supreme Council of Energy, Dubai Electricity and Water Authority, ed il U.S. Department of Energy.

Assieme a Microsoft, Vimar, Whirlpool, Knauf, Climaveneta, Forme d’Acquamolte altre eccellenze, ognuna rispettivamente nei propri ambiti di competenza, ILEVIA è stata scelta dal Team Sapienza come strategico partner tecnologico per la fornitura della soluzione domotica adottata e per i servizi di integrazione del progetto “ReStart4Smart”.

Il Team Sapienza ha dimostrato di aver concorso a questa edizione con una Solar House di notevole rilevanza ottenendo ben 5 terzi posti nelle classifiche parziali (architettura, interior design, trasporto sostenibile, integrazione impianto fotovoltaico, comunicazione) e un’importante seconda piazza nell’ambito della funzionalità abitativa. Grazie alla vittoria di quest’ultimo importante premio, il potente sistema domotico EVE di ILEVIA utilizzato nel progetto porta a tutti gli operatori del campo un’ennesima prova a sostegno dello spessore altamento tecnologico ed innovativo che da sempre lo contraddistingue.

Share:

ilevia al Salone del Mobile 2017 | Workplace 3.0

ilevia al Salone del Mobile 2017 | Workplace 3.0

Il mondo del lavoro sta assistendo a una rapida evoluzione perché l’idea stessa di lavoro sta cambiando: nuove modalità necessitano differenti spazi di lavoro. Workplace 3.0 è la nuova area espositiva del Salone del Mobile dedicata esclusivamente all’ufficio, al design e alla tecnologia per la progettazione dello spazio di lavoro, che conferma la sua nuova vocazione: esplorare inedite modalità, forme e soluzioni per gli ambienti di lavoro “del futuro”, in cui fattore umano e tecnologie intelligenti ricoprono un ruolo cruciale.

In mostra le proposte migliori per progetti di fornitura, aree di accoglienza e di lavoro. La manifestazione ospiterà numerose aziende espositrici che sviluppano soluzioni in linea con i nuovi modi di lavorare e le nuove esigenze progettuali per “abitare” gli spazi di lavoro.

Tra queste anche Tecno S.p.A., il nostro Business Partner per lo sviluppo di soluzioni Smart Work che dal 1953 progetta e produce mobili innovativi concentrandosi su design e materiali di qualità. L’impegno di Tecno verso un innovativo percorso dedicato agli ambienti ufficio si concretizza nella proposta di esperienza da vivere all’interno dello stand con cui l’azienda si presenta all’edizione 2017.

Connettività, intelligenza, e benessere digitale si accompagnano ai concetti di versatilità, flessibilità e comfort nel definire la nuova frontiera verso cui Tecno spinge la propria ricerca. Il nuovo progetto io.T introduce la connettività negli oggetti “ufficio” rendendoli intelligenti, confermando Tecno leader indiscussa del settore grazie al percorso tecnologico che l’azienda sta proseguendo.

Workplace 3.0 non è dunque una semplice rassegna ma il punto di partenza per stimolanti idee di sviluppo in grado di rispondere al cambiamento e alle esigenze del mercato. Un giorno il tuo spazio di lavoro farà molte più cose, anche in maniera migliore. Vieni a scoprirlo prima di quanto pensi al Salone del Mobile a Milano dal 4 al 9 Aprile 2017 con noi e Tecno S.p.A..

 

Workplace 3.0 | Salone Ufficio
Hall 22 – Stand E27/F20
4 – 9 Aprile 2017
Milano

 

Condividi:

ilevia at the Microsoft House Opening

ilevia at the Microsoft House Opening

Apre oggi Microsoft House il nuovo indirizzo per l’innovazione in Italia. Apertura, collaborazione, flessibilità e innovazione: questi i pilastri alla base della Microsoft House, la nuova sede di Microsoft Italia inaugurata oggi a Milano nel dinamico quartiere di Porta Volta.

Microsoft House punta ad accogliere nel 2017 oltre 200.000 visitatori, 10.000 professionisti, 4.000 studenti e 1.000 dirigenti scolastici, con l’obiettivo di mettere a loro disposizione tecnologie, competenze, momenti di formazione e occasioni di confronto sulle opportunità del digitale. Microsoft House sarà infatti uno spazio aperto alla collaborazione tra le persone, un luogo di confronto per aziende e cittadini sulle opportunità offerte dal digitale, un hub per i giovani che vogliono sviluppare l’innovazione in Italia e un laboratorio per tutti dove sperimentare il futuro per la crescita economica e sociale del nostro Paese.

L’innovazione è l’elemento che collega tutti gli ambienti: dalla reception virtuale a sistemi avanzati di video conferencing, dalla domotica a sensori IoT fino a nuovi strumenti di collaborazione che rendono la Microsoft House un concreto esempio di edificio 4.0.

Al primo piano dell’edificio si colloca il Microsoft Technology Center, un centro esperienziale progettato come luogo di condivisione per fare vivere alle aziende, alle startup, ai professionisti, scenari d’innovazione e per aiutarli a comprendere come la tecnologia possa generare concreti vantaggi di business. ilevia è stata scelta per portare la propria tecnologia come esempio di innovazione proprio presso il Microsoft Technology Center.

 

Microsoft House
Viale Pasubio, 21 Q.re Porta Volta
Opening: 15th February, 2017
Milan

 

Condividi:

ilevia at Orgatec 2016

ilevia at Orgatec 2016

“Redesigning the future of the future work” is Tecno’s claim chosen to interpret its (proper) vision during Orgatec 2016, the main international event of office sector that see Tecno presenting itself in an open space area of 900 m², where the company show a real theatre of imagination, where the future is made possible, or rather is realized thanks to io.T. (Intelligence of Tecno).

With the important partnership of ilevia company, Tecno takes on the Internet of Things and creates io.T, a system of intelligent furniture aimed to simplify and improve the daily working routine. io.T is the first system of smart integrated office furniture able to activate functions and send information in real time allowing resources optimization and improve the user wellbeing within the office space. Come and visit us at Orgatec fair in Cologne.

 

Orgatec
Hall 6.1-Stand B070/C071
25th – 29th October, 2016
Cologne

 

Condividi:

Microsoft Symposium 2015

Microsoft si confronta con i CIO italiani sull’Internet of Things

e annuncia un nuovo centro di competenza

in collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino

Condivisione di esperienze e sperimentazione al centro dell’evento:

i casi AEG Power Solutions e Siemens Italia mostrano le opportunità dell’IoT

Milano, 13 febbraio 2015 – Il Microsoft Innovation Campus di Peschiera Borromeo ha ospitato ieri il Microsoft Symposium, che giunto alla sua terza edizione si è confermato un importante momento di formazione e knowledge sharing per la community dei CIO italiani. In linea con il titolo “Internet of Your Things: l’oggetto del tuo business”, l’evento ha rappresentato un’occasione di confronto sulle nuove frontiere della tecnologia per aiutare i responsabili IT delle aziende italiane a riflettere sulle opportunità offerte da un mondo di oggetti connessi. Un terreno ancora tutto da esplorare in cui è fondamentale fare ricerca e condividere le esperienze di successo ed è proprio con questo obiettivo che, in occasione del Symposium, Microsoft ha annunciato un nuovo centro di competenza dedicato all’Internet of Things, che vedrà la luce nei prossimi mesi grazie alla consolidata collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino.

Il Microsoft Competence Center di Torino diventerà quindi un polo di eccellenza per la ricerca applicata sull’IoT e, grazie a un team di ricercatori esperti, al contributo dei professionisti di Microsoft e alla collaborazione di Partner IT e industriali, si punterà a diffondere questo paradigma in Italia, aiutando le realtà nostrane che vogliono sperimentare i vantaggi dell’IoT ad entrare in contatto con organizzazioni internazionali che hanno già sviluppato progetti d’interesse, con l’obiettivo di mettere a fattor comune i casi successo e di declinare le applicazioni in linea con le diverse esigenze di business. Oltre ad essere un hub di esperienza, il nuovo centro intende anche supportare le aziende italiane che desiderano dar vita a progetti IoT a conoscere i bandi e le iniziative italiani ed europei per accedere a finanziamenti pubblici e privati. E naturalmente il centro di competenza intende essere anche un luogo di formazione, grazie a un ricco programma di workshop e sessioni di consulenza per far toccare con mano alle aziende italiane il valore dell’IoT attraverso simulazioni ed esperienze immersive in un mondo connesso.

L’IoT è in costante crescita come dimostrano gli ultimi dati Assinform e l’Osservatorio del Politecnico di Milano, che già un anno fa stimava un valore del mercato pari a 900 milioni di euro e 6 milioni di oggetti connessi in Italia. Si tratta di un grande potenziale e vogliamo aiutare le aziende a coglierlo, perché come emerge da una recente ricerca di Accenture, investimenti aggiuntivi sul fronte Industrial Internet of Things potrebbero generare in Italia un aumento di produttività di 197 miliardi di dollari ovvero una crescita dell’1,1% del PIL. Ecco perché con il nostro nuovo centro di competenza in collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino intendiamo aiutare le realtà italiane a scoprire i vantaggi di questo paradigma e a dar vita a progetti applicativi concreti, che possano supportarne il percorso di crescita e sostenere la competitività dell’intero Paese”, ha dichiarato Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

Siamo entusiasti di rinnovare la consolidata partnership con Microsoft, con cui collaboriamo da anni nell’ambito del Microsoft Innovation Center e del Laboratorio di Esperienza Digitale di Torino. Siamo sicuri che il nuovo Microsoft Competence Center potrà diventare un polo d’eccellenza per la ricerca applicata sull’IoT e, grazie al ricco programma di formazione, alle occasioni di condivisione e al networking con realtà internazionali, saremo in grado di attivare uno stimolante processo di contaminazione per accompagnare le aziende italiane alla scoperta dei vantaggi di un mondo realmente connesso”, ha commentato Paolo Mulassano, Vice Direttore dell’Istituto Superiore Mario Boella di Torino.

Oltre a questo importante annuncio, il Microsoft Symposium 2015, organizzato in collaborazione con Abodata, Avanade/Accenture, Easydom, Eurotech, Ilevia, Innovactive, Reply e Solair, è stata un’occasione di riflessione sulle potenzialità dell’Internet of Things, mostrando progetti e soluzioni concreti sviluppate dai Partner di Microsoft presenti nell’area espositiva.

Valore all’esperienza anche con i due casi al centro della plenaria: AEG Power Solutions e Siemens Italia.

AEG Power Solutions, fornitore globale di sistemi e soluzioni elettroniche, ha collaborato con Microsoft e il Partner Solair per creare sistemi di monitoraggio in real time.

A partire dall’ IoT application platform di Solair, costruita su Microsoft Azure, abbiamo sviluppato una soluzione IoT che monitora gruppi di continuità (UPS) dislocati in punti diversi e raccoglie dati quali il consumo energetico e la mancanza di energia. Tale soluzione ci offre la possibilità di attivare allarmi, ottimizzare la gestione delle operazioni di manutenzione pianificate e d’emergenza, identificare qualsiasi tipo di problema sui device monitorati e sui clienti, e accedere ai dati degli UPS rapidamente e ovunque. Grazie a questa applicazione dell’Internet of Things abbiamo ottenuto notevoli benefici, per esempio è stato possibile migliorare i nostri risultati di business attraverso un più efficiente servizio di manutenzione e post-vendita e riducendo i costi operativi. Non solo, ma ci è possibile analizzare proattivamente dati e trend per azioni volte al miglioramento delle performance e reagire tempestivamente ad eventuali problematiche, addirittura prevenendole”, ha spiegato Jeffrey Casper, CEO AEG Power Solutions.

Altro esempio interessante di applicazione dell’Internet of Things è quello di Siemens Italia che ha avuto modo di utilizzare anche la tecnologia Cloud di Microsoft per lo sviluppo della piattaforma Energy Management System (EMS).

A partire dalla piattaforma cloud Microsoft Azure, abbiamo sviluppato EMS, una soluzione che aggrega in tempo reale informazioni sull’energia fornendo servizi di monitoraggio e controllo dei flussi energetici all’interno della Smart Grid. In qualità di Partner Strategico di Enel per la tecnologia Smart Grid a Expo Milano 2015, abbiamo supportato Enel nella progettazione e nello sviluppo delle soluzioni che renderanno intelligente la rete elettrica di Expo 2015, anche attraverso l’EMS. Grazie ai servizi di Azure quali Web Sites e Worker Roles, il sistema EMS è affidabile e scalabile, in grado di gestire in maniera flessibile i picchi e le diverse esigenze energetiche. Grazie a un componente M2M è possibile acquisire i dati utili secondo il paradigma dell’IoT, permettendo agli oggetti di connettersi al sistema spontaneamente”, ha spiegato Maurizio Bigoloni, Head of Operations del segmento Smart Grid Solutions, Siemens Italia.

L’edizione 2015 del Microsoft Symposium ha dato infine spazio alla sperimentazione, coinvolgendo i CIO in teamwork interattivi per realizzare un oggetto interconnesso a partire dagli oggetti d’uso quotidiano portati all’evento da ciascun partecipante. Un’occasione per mettersi alla prova e per sperimentare concretamente l’utilità dell’IoT.