fbpx

Smart Working by ilevia al Microsoft Technology Center

Smart Working by ilevia al Microsoft Technology Center

Inaugurata ieri, Microsoft House è la nuova sede della società Microsoft Italia a Milano che apre nel cuore della città. È uno spazio aperto e integrato con l’ambiente esterno, pensato per accogliere chi arriva e riflettere il valore della open innovation. Il concetto è quello di una ‘casa aperta all’innovazione’, uno spazio per la collaborazione tra le persone e per il confronto per aziende e cittadini sulle opportunità offerte dal digitale. La Microsoft House di Milano punta ad essere anche un centro di riferimento per i giovani che vogliono sviluppare l’innovazione in Italia e un laboratorio per tutti dove sperimentare il futuro per la crescita economica e sociale del Paese.

L’edificio si sviluppa in sei piani fuori terra, di cui tre sono aperti alla città: il piano terra ospita lo showroom, dedicato al grande pubblico aperto sette giorni su sette per tutti coloro che vogliano sperimentare le tecnologie. Al primo piano si trova il Microsoft Technology Center, un centro per aziende, startup, professionisti. Al quinto piano si trova The Loft, un ambiente più riservato pensato per ospitare eventi di rilievo e importanti momenti di business. L’innovazione è l’elemento che collega tutti gli ambienti: dalla reception virtuale a sistemi avanzati di video conferenze, dalla domotica a sensori IoT fino a nuovi strumenti di collaborazione.

E dove c’è innovazione è presente anche ilevia. L’azienda di Bassano del Grappa dall’orgoglio tutto italiano, operativa già da diversi anni nel campo della Home & Building Automation a livello internazionale, è stata scelta per sviluppare un progetto altamente innovativo affinchè potesse essere esposto in pianta stabile nel tempio dell’innovazione per eccellenza. Infatti, ilevia non è solo attenta allo sviluppo di una moderna tecnologia utilizzabile in ambiente domestico, ma bensì ad una soluzione duttile, potente ed applicabile anche in ambito lavorativo per consentire l’ottimizzazione dei processi ed il miglioramento del confort su tutti i livelli.

Nasce allora un nuovo mercato, quello dello Smart Working, ed ilevia ne propone un assaggio presso il nuovo centro tecnologico Microsoft grazie alla collaborazione di altre due importanti aziende: Tecno S.p.A., dal 1953 crea architetture interne, progetta e produce mobili innovativi concentrandosi sulla qualità del design e dei materiali e Rancilio Group S.p.A., società italiana, oggi multinazionale, con una lunga tradizione nella produzione di macchine da caffè professionali. L’esperienza disponibile all’interno della Microsoft House a Milano è studiata per dimostrare come qualsiasi oggetto intorno a noi può diventare intelligente, capace di riconoscere gli utilizzatori, le loro abitudini, adattarsi alle esigenze degli utenti, suggerire soluzioni o elaborare nuovi servizi.

Tecnologie coinvolte nel progetto:

  • Cortana, l’Assistente personale virtuale di Microsoft
  • Microsoft Cognitive Services API
  • Macchine per caffè Rancilio S.p.A.
  • Arredi Intelligenti Tecno S.p.A.
  • Gateway EVE ILEVIA

Presenti in foto (da sinistra verso destra):

Andrea Padovan – CEO ilevia, Mario Burattino – CFO Rancilio Group, Roberto Filipelli – Head of IoT Strategy Microsoft Dx Division, Giorgio Rancilio – President & CEO Rancilio Group, Andrea Cardillo – Italy MTC Director

Esperienza fruibile presso il Microsoft Technology Centre

Parte 1: nel CRM aziendale è presente un elenco di clienti Gold che da qualche tempo non vengono invitati in Microsoft. L’utente decide di selezionare un cliente VIP e da CRM apre direttamente la finestra di Outlook Calendar dove crea un nuovo appuntamento e invita sia il cliente sia la sala meeting situata nella Microsoft House.

Essendo un cliente VIP l’utente di Outlook puo’ decidere quali caratteristiche della sala riunioni impostare per il meeting: ad esempio specificando il livello di privacy desiderato (con il flag “private” di Outlook al fine di preparare l’ambiente con vetrate delle porte interne opacizzate) e il livello di luce desiderata (con il flag “importance” di Outlook che puo’ essere alta, normale o bassa). Inoltre sarà possibile gestire la temperatura tramite un Surface Pro posto sul tavolo in sala riunioni.

Parte 2: quando l’utente entra nella sala e viene riconosciuto come il responsabile del meeting l’ambiente inizia ad interagire predisponendosi all’inizio dell’evento: le vetrate si opacizzano garantendo la privacy richiesta e il Surface Pro sul tavolo propone i comandi del caso con scenari preimpostati. È presente un ulteriore livello di autenticazione sul piano individuale per garantire la sicurezza nell’utilizzo dei servizi. Ogni postazione attorno al tavolo della sala incontri autenticherà l’utente con l’utilizzo del proprio badge personale. Se autorizzato, l’utente può prendere possesso della sua postazione con i relativi permessi a lui concessi.

Parte 3: pausa caffè: la macchina da caffè Rancilio con integrata Cortana, la personal assistant virtuale di Microsoft è in grado di riconoscere i volti dei soliti utenti e chiede se deve servire il caffè preferito da ogni utente a conferma segue l’erogazione. Se invece l’utente è nuovo o sconosciuto chiede il tipo di caffè desiderato e poi lo eroga.

 

Condividi:

ilevia at the Microsoft House Opening

ilevia at the Microsoft House Opening

Apre oggi Microsoft House il nuovo indirizzo per l’innovazione in Italia. Apertura, collaborazione, flessibilità e innovazione: questi i pilastri alla base della Microsoft House, la nuova sede di Microsoft Italia inaugurata oggi a Milano nel dinamico quartiere di Porta Volta.

Microsoft House punta ad accogliere nel 2017 oltre 200.000 visitatori, 10.000 professionisti, 4.000 studenti e 1.000 dirigenti scolastici, con l’obiettivo di mettere a loro disposizione tecnologie, competenze, momenti di formazione e occasioni di confronto sulle opportunità del digitale. Microsoft House sarà infatti uno spazio aperto alla collaborazione tra le persone, un luogo di confronto per aziende e cittadini sulle opportunità offerte dal digitale, un hub per i giovani che vogliono sviluppare l’innovazione in Italia e un laboratorio per tutti dove sperimentare il futuro per la crescita economica e sociale del nostro Paese.

L’innovazione è l’elemento che collega tutti gli ambienti: dalla reception virtuale a sistemi avanzati di video conferencing, dalla domotica a sensori IoT fino a nuovi strumenti di collaborazione che rendono la Microsoft House un concreto esempio di edificio 4.0.

Al primo piano dell’edificio si colloca il Microsoft Technology Center, un centro esperienziale progettato come luogo di condivisione per fare vivere alle aziende, alle startup, ai professionisti, scenari d’innovazione e per aiutarli a comprendere come la tecnologia possa generare concreti vantaggi di business. ilevia è stata scelta per portare la propria tecnologia come esempio di innovazione proprio presso il Microsoft Technology Center.

 

Microsoft House
Viale Pasubio, 21 Q.re Porta Volta
Opening: 15th February, 2017
Milan

 

Condividi:

ilevia at Orgatec 2016

ilevia at Orgatec 2016

“Redesigning the future of the future work” is Tecno’s claim chosen to interpret its (proper) vision during Orgatec 2016, the main international event of office sector that see Tecno presenting itself in an open space area of 900 m², where the company show a real theatre of imagination, where the future is made possible, or rather is realized thanks to io.T. (Intelligence of Tecno).

With the important partnership of ilevia company, Tecno takes on the Internet of Things and creates io.T, a system of intelligent furniture aimed to simplify and improve the daily working routine. io.T is the first system of smart integrated office furniture able to activate functions and send information in real time allowing resources optimization and improve the user wellbeing within the office space. Come and visit us at Orgatec fair in Cologne.

 

Orgatec
Hall 6.1-Stand B070/C071
25th – 29th October, 2016
Cologne

 

Condividi:

Microsoft Symposium 2015

Microsoft si confronta con i CIO italiani sull’Internet of Things

e annuncia un nuovo centro di competenza

in collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino

Condivisione di esperienze e sperimentazione al centro dell’evento:

i casi AEG Power Solutions e Siemens Italia mostrano le opportunità dell’IoT

Milano, 13 febbraio 2015 – Il Microsoft Innovation Campus di Peschiera Borromeo ha ospitato ieri il Microsoft Symposium, che giunto alla sua terza edizione si è confermato un importante momento di formazione e knowledge sharing per la community dei CIO italiani. In linea con il titolo “Internet of Your Things: l’oggetto del tuo business”, l’evento ha rappresentato un’occasione di confronto sulle nuove frontiere della tecnologia per aiutare i responsabili IT delle aziende italiane a riflettere sulle opportunità offerte da un mondo di oggetti connessi. Un terreno ancora tutto da esplorare in cui è fondamentale fare ricerca e condividere le esperienze di successo ed è proprio con questo obiettivo che, in occasione del Symposium, Microsoft ha annunciato un nuovo centro di competenza dedicato all’Internet of Things, che vedrà la luce nei prossimi mesi grazie alla consolidata collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino.

Il Microsoft Competence Center di Torino diventerà quindi un polo di eccellenza per la ricerca applicata sull’IoT e, grazie a un team di ricercatori esperti, al contributo dei professionisti di Microsoft e alla collaborazione di Partner IT e industriali, si punterà a diffondere questo paradigma in Italia, aiutando le realtà nostrane che vogliono sperimentare i vantaggi dell’IoT ad entrare in contatto con organizzazioni internazionali che hanno già sviluppato progetti d’interesse, con l’obiettivo di mettere a fattor comune i casi successo e di declinare le applicazioni in linea con le diverse esigenze di business. Oltre ad essere un hub di esperienza, il nuovo centro intende anche supportare le aziende italiane che desiderano dar vita a progetti IoT a conoscere i bandi e le iniziative italiani ed europei per accedere a finanziamenti pubblici e privati. E naturalmente il centro di competenza intende essere anche un luogo di formazione, grazie a un ricco programma di workshop e sessioni di consulenza per far toccare con mano alle aziende italiane il valore dell’IoT attraverso simulazioni ed esperienze immersive in un mondo connesso.

L’IoT è in costante crescita come dimostrano gli ultimi dati Assinform e l’Osservatorio del Politecnico di Milano, che già un anno fa stimava un valore del mercato pari a 900 milioni di euro e 6 milioni di oggetti connessi in Italia. Si tratta di un grande potenziale e vogliamo aiutare le aziende a coglierlo, perché come emerge da una recente ricerca di Accenture, investimenti aggiuntivi sul fronte Industrial Internet of Things potrebbero generare in Italia un aumento di produttività di 197 miliardi di dollari ovvero una crescita dell’1,1% del PIL. Ecco perché con il nostro nuovo centro di competenza in collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino intendiamo aiutare le realtà italiane a scoprire i vantaggi di questo paradigma e a dar vita a progetti applicativi concreti, che possano supportarne il percorso di crescita e sostenere la competitività dell’intero Paese”, ha dichiarato Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

Siamo entusiasti di rinnovare la consolidata partnership con Microsoft, con cui collaboriamo da anni nell’ambito del Microsoft Innovation Center e del Laboratorio di Esperienza Digitale di Torino. Siamo sicuri che il nuovo Microsoft Competence Center potrà diventare un polo d’eccellenza per la ricerca applicata sull’IoT e, grazie al ricco programma di formazione, alle occasioni di condivisione e al networking con realtà internazionali, saremo in grado di attivare uno stimolante processo di contaminazione per accompagnare le aziende italiane alla scoperta dei vantaggi di un mondo realmente connesso”, ha commentato Paolo Mulassano, Vice Direttore dell’Istituto Superiore Mario Boella di Torino.

Oltre a questo importante annuncio, il Microsoft Symposium 2015, organizzato in collaborazione con Abodata, Avanade/Accenture, Easydom, Eurotech, Ilevia, Innovactive, Reply e Solair, è stata un’occasione di riflessione sulle potenzialità dell’Internet of Things, mostrando progetti e soluzioni concreti sviluppate dai Partner di Microsoft presenti nell’area espositiva.

Valore all’esperienza anche con i due casi al centro della plenaria: AEG Power Solutions e Siemens Italia.

AEG Power Solutions, fornitore globale di sistemi e soluzioni elettroniche, ha collaborato con Microsoft e il Partner Solair per creare sistemi di monitoraggio in real time.

A partire dall’ IoT application platform di Solair, costruita su Microsoft Azure, abbiamo sviluppato una soluzione IoT che monitora gruppi di continuità (UPS) dislocati in punti diversi e raccoglie dati quali il consumo energetico e la mancanza di energia. Tale soluzione ci offre la possibilità di attivare allarmi, ottimizzare la gestione delle operazioni di manutenzione pianificate e d’emergenza, identificare qualsiasi tipo di problema sui device monitorati e sui clienti, e accedere ai dati degli UPS rapidamente e ovunque. Grazie a questa applicazione dell’Internet of Things abbiamo ottenuto notevoli benefici, per esempio è stato possibile migliorare i nostri risultati di business attraverso un più efficiente servizio di manutenzione e post-vendita e riducendo i costi operativi. Non solo, ma ci è possibile analizzare proattivamente dati e trend per azioni volte al miglioramento delle performance e reagire tempestivamente ad eventuali problematiche, addirittura prevenendole”, ha spiegato Jeffrey Casper, CEO AEG Power Solutions.

Altro esempio interessante di applicazione dell’Internet of Things è quello di Siemens Italia che ha avuto modo di utilizzare anche la tecnologia Cloud di Microsoft per lo sviluppo della piattaforma Energy Management System (EMS).

A partire dalla piattaforma cloud Microsoft Azure, abbiamo sviluppato EMS, una soluzione che aggrega in tempo reale informazioni sull’energia fornendo servizi di monitoraggio e controllo dei flussi energetici all’interno della Smart Grid. In qualità di Partner Strategico di Enel per la tecnologia Smart Grid a Expo Milano 2015, abbiamo supportato Enel nella progettazione e nello sviluppo delle soluzioni che renderanno intelligente la rete elettrica di Expo 2015, anche attraverso l’EMS. Grazie ai servizi di Azure quali Web Sites e Worker Roles, il sistema EMS è affidabile e scalabile, in grado di gestire in maniera flessibile i picchi e le diverse esigenze energetiche. Grazie a un componente M2M è possibile acquisire i dati utili secondo il paradigma dell’IoT, permettendo agli oggetti di connettersi al sistema spontaneamente”, ha spiegato Maurizio Bigoloni, Head of Operations del segmento Smart Grid Solutions, Siemens Italia.

L’edizione 2015 del Microsoft Symposium ha dato infine spazio alla sperimentazione, coinvolgendo i CIO in teamwork interattivi per realizzare un oggetto interconnesso a partire dagli oggetti d’uso quotidiano portati all’evento da ciascun partecipante. Un’occasione per mettersi alla prova e per sperimentare concretamente l’utilità dell’IoT.

Smart Info technology

Smart Info technology

Enel Distribuzione propone una nuova tecnologia per il monitoraggio energetico e coinvolge direttamente ilevia srl, azienda che opera in Italia e nel mondo nel settore dell’IoT (Internet of Things) e della home & building automation, per la divulgazione di questa innovativa soluzione su tutto il territorio nazionale.

Enel Smart Info è un dispositivo intelligente che Enel Distribuzione ha già sperimentato sul campo in alcuni comuni italiani a partire dal 2012 grazie al quale è possibile avere sempre a portata di mano nella propria abitazione i dati registrati dal contatore elettronico.

Il dispositivo si interfaccia direttamente con il contatore elettronico su powerline evitando quindi ogni tipo di intervento invasivo sull’impianto. È sufficiente collegare lo Smart Info a una qualsiasi presa elettrica di casa per iniziare a ricevere i dati.

Un secondo dispositivo sviluppato appositamente da ilevia permette poi la registrazione e la visualizzazione dei dati raccolti direttamente su pc, tablet e smartphone attraverso grafici storici e totali mensili consentendo così all’utente di conoscere esattamente il proprio consumo ed eventualmente, per chi è dotato di pannelli fotovoltaici, la produzione e l’autoconsumo evitando così di superare le soglie previste dai contratti.

Il sistema così risulta essere tra i più completi, affidabili e convenienti presenti sul mercato. L’installazione può essere effettuata direttamente dal consumatore senza l’intervento di un tecnico.

Lo Smart Info costituirà l’elemento chiave delle future case intelligenti, dove le informazioni messe a disposizione dal Contatore Elettronico potranno inoltre essere utilizzate per programmare il funzionamento degli elettrodomestici.