Microsoft Symposium 2015

Microsoft si confronta con i CIO italiani sull’Internet of Things

e annuncia un nuovo centro di competenza

in collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino

Condivisione di esperienze e sperimentazione al centro dell’evento:

i casi AEG Power Solutions e Siemens Italia mostrano le opportunità dell’IoT

Milano, 13 febbraio 2015 – Il Microsoft Innovation Campus di Peschiera Borromeo ha ospitato ieri il Microsoft Symposium, che giunto alla sua terza edizione si è confermato un importante momento di formazione e knowledge sharing per la community dei CIO italiani. In linea con il titolo “Internet of Your Things: l’oggetto del tuo business”, l’evento ha rappresentato un’occasione di confronto sulle nuove frontiere della tecnologia per aiutare i responsabili IT delle aziende italiane a riflettere sulle opportunità offerte da un mondo di oggetti connessi. Un terreno ancora tutto da esplorare in cui è fondamentale fare ricerca e condividere le esperienze di successo ed è proprio con questo obiettivo che, in occasione del Symposium, Microsoft ha annunciato un nuovo centro di competenza dedicato all’Internet of Things, che vedrà la luce nei prossimi mesi grazie alla consolidata collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino.

Il Microsoft Competence Center di Torino diventerà quindi un polo di eccellenza per la ricerca applicata sull’IoT e, grazie a un team di ricercatori esperti, al contributo dei professionisti di Microsoft e alla collaborazione di Partner IT e industriali, si punterà a diffondere questo paradigma in Italia, aiutando le realtà nostrane che vogliono sperimentare i vantaggi dell’IoT ad entrare in contatto con organizzazioni internazionali che hanno già sviluppato progetti d’interesse, con l’obiettivo di mettere a fattor comune i casi successo e di declinare le applicazioni in linea con le diverse esigenze di business. Oltre ad essere un hub di esperienza, il nuovo centro intende anche supportare le aziende italiane che desiderano dar vita a progetti IoT a conoscere i bandi e le iniziative italiani ed europei per accedere a finanziamenti pubblici e privati. E naturalmente il centro di competenza intende essere anche un luogo di formazione, grazie a un ricco programma di workshop e sessioni di consulenza per far toccare con mano alle aziende italiane il valore dell’IoT attraverso simulazioni ed esperienze immersive in un mondo connesso.

L’IoT è in costante crescita come dimostrano gli ultimi dati Assinform e l’Osservatorio del Politecnico di Milano, che già un anno fa stimava un valore del mercato pari a 900 milioni di euro e 6 milioni di oggetti connessi in Italia. Si tratta di un grande potenziale e vogliamo aiutare le aziende a coglierlo, perché come emerge da una recente ricerca di Accenture, investimenti aggiuntivi sul fronte Industrial Internet of Things potrebbero generare in Italia un aumento di produttività di 197 miliardi di dollari ovvero una crescita dell’1,1% del PIL. Ecco perché con il nostro nuovo centro di competenza in collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino intendiamo aiutare le realtà italiane a scoprire i vantaggi di questo paradigma e a dar vita a progetti applicativi concreti, che possano supportarne il percorso di crescita e sostenere la competitività dell’intero Paese”, ha dichiarato Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

Siamo entusiasti di rinnovare la consolidata partnership con Microsoft, con cui collaboriamo da anni nell’ambito del Microsoft Innovation Center e del Laboratorio di Esperienza Digitale di Torino. Siamo sicuri che il nuovo Microsoft Competence Center potrà diventare un polo d’eccellenza per la ricerca applicata sull’IoT e, grazie al ricco programma di formazione, alle occasioni di condivisione e al networking con realtà internazionali, saremo in grado di attivare uno stimolante processo di contaminazione per accompagnare le aziende italiane alla scoperta dei vantaggi di un mondo realmente connesso”, ha commentato Paolo Mulassano, Vice Direttore dell’Istituto Superiore Mario Boella di Torino.

Oltre a questo importante annuncio, il Microsoft Symposium 2015, organizzato in collaborazione con Abodata, Avanade/Accenture, Easydom, Eurotech, Ilevia, Innovactive, Reply e Solair, è stata un’occasione di riflessione sulle potenzialità dell’Internet of Things, mostrando progetti e soluzioni concreti sviluppate dai Partner di Microsoft presenti nell’area espositiva.

Valore all’esperienza anche con i due casi al centro della plenaria: AEG Power Solutions e Siemens Italia.

AEG Power Solutions, fornitore globale di sistemi e soluzioni elettroniche, ha collaborato con Microsoft e il Partner Solair per creare sistemi di monitoraggio in real time.

A partire dall’ IoT application platform di Solair, costruita su Microsoft Azure, abbiamo sviluppato una soluzione IoT che monitora gruppi di continuità (UPS) dislocati in punti diversi e raccoglie dati quali il consumo energetico e la mancanza di energia. Tale soluzione ci offre la possibilità di attivare allarmi, ottimizzare la gestione delle operazioni di manutenzione pianificate e d’emergenza, identificare qualsiasi tipo di problema sui device monitorati e sui clienti, e accedere ai dati degli UPS rapidamente e ovunque. Grazie a questa applicazione dell’Internet of Things abbiamo ottenuto notevoli benefici, per esempio è stato possibile migliorare i nostri risultati di business attraverso un più efficiente servizio di manutenzione e post-vendita e riducendo i costi operativi. Non solo, ma ci è possibile analizzare proattivamente dati e trend per azioni volte al miglioramento delle performance e reagire tempestivamente ad eventuali problematiche, addirittura prevenendole”, ha spiegato Jeffrey Casper, CEO AEG Power Solutions.

Altro esempio interessante di applicazione dell’Internet of Things è quello di Siemens Italia che ha avuto modo di utilizzare anche la tecnologia Cloud di Microsoft per lo sviluppo della piattaforma Energy Management System (EMS).

A partire dalla piattaforma cloud Microsoft Azure, abbiamo sviluppato EMS, una soluzione che aggrega in tempo reale informazioni sull’energia fornendo servizi di monitoraggio e controllo dei flussi energetici all’interno della Smart Grid. In qualità di Partner Strategico di Enel per la tecnologia Smart Grid a Expo Milano 2015, abbiamo supportato Enel nella progettazione e nello sviluppo delle soluzioni che renderanno intelligente la rete elettrica di Expo 2015, anche attraverso l’EMS. Grazie ai servizi di Azure quali Web Sites e Worker Roles, il sistema EMS è affidabile e scalabile, in grado di gestire in maniera flessibile i picchi e le diverse esigenze energetiche. Grazie a un componente M2M è possibile acquisire i dati utili secondo il paradigma dell’IoT, permettendo agli oggetti di connettersi al sistema spontaneamente”, ha spiegato Maurizio Bigoloni, Head of Operations del segmento Smart Grid Solutions, Siemens Italia.

L’edizione 2015 del Microsoft Symposium ha dato infine spazio alla sperimentazione, coinvolgendo i CIO in teamwork interattivi per realizzare un oggetto interconnesso a partire dagli oggetti d’uso quotidiano portati all’evento da ciascun partecipante. Un’occasione per mettersi alla prova e per sperimentare concretamente l’utilità dell’IoT.

Smart Info technology

Enel Distribuzione propone una nuova tecnologia per il monitoraggio energetico e coinvolge direttamente ilevia srl, azienda che opera in Italia e nel mondo nel settore dell’IoT (Internet of Things) e della home & building automation, per la divulgazione di questa innovativa soluzione su tutto il territorio nazionale.

Enel Smart Info è un dispositivo intelligente che Enel Distribuzione ha già sperimentato sul campo in alcuni comuni italiani a partire dal 2012 grazie al quale è possibile avere sempre a portata di mano nella propria abitazione i dati registrati dal contatore elettronico.

Il dispositivo si interfaccia direttamente con il contatore elettronico su powerline evitando quindi ogni tipo di intervento invasivo sull’impianto. È sufficiente collegare lo Smart Info a una qualsiasi presa elettrica di casa per iniziare a ricevere i dati.

Un secondo dispositivo sviluppato appositamente da ilevia permette poi la registrazione e la visualizzazione dei dati raccolti direttamente su pc, tablet e smartphone attraverso grafici storici e totali mensili consentendo così all’utente di conoscere esattamente il proprio consumo ed eventualmente, per chi è dotato di pannelli fotovoltaici, la produzione e l’autoconsumo evitando così di superare le soglie previste dai contratti.

Il sistema così risulta essere tra i più completi, affidabili e convenienti presenti sul mercato. L’installazione può essere effettuata direttamente dal consumatore senza l’intervento di un tecnico.

Lo Smart Info costituirà l’elemento chiave delle future case intelligenti, dove le informazioni messe a disposizione dal Contatore Elettronico potranno inoltre essere utilizzate per programmare il funzionamento degli elettrodomestici.

iBeacon technology

iBeacon technology

iBeacon technology is one of the things that make you think it could change our way of living.

Within few years we will see this device everywhere around us. The main reason is that it provides new functions to our smartphones. It works like a sentinel that advise your smartphone that you are near it. When you enter its area the smartphone activates an application connected with that specific beacon id.

Thanks to this many new things can be done. Say for instance you go to do some shopping and suddenly the smartphone warns you about a special discount inside the shop. This is just an example of the countless applications of this new technology!

An Italian company working in home and building automation field, ilevia Srl, uses this new technology to reach a new level of customization and integration between systems in home and building automation field.

Let’s see a few examples of the application that ilevia made of iBeacon technology:
– When I get in my car when in the morning and I am just outside my house it means I am going to office so please check windows, lights and alarms and advise me if something is not ok;
– When I get in my car and I am in the car park of my office, the system turns off lights and heating system of the office because I’m leaving. If the time is from 6pm to 8pm and i’m leaving the office it starts heating my household.

Home & Building automation is not just home but also office and any other building where I come in and where I can control something, such as hospitals and hotels. Tracking movements is another application that can help the system to get information about you. If people carry smartphone with them, we can track where they are. In a large building, in hospitals and offices we can check where people are in just few seconds.

We think this is only the beginning of a new era of sensors that will catch a lot of information about us and our behaviors. This information can be used, if the user wants it, for healthy purpose and automate our living in order to make it more comfortable. That’s ilevia’s goal.

It can be interesting to take in account people’s behaviour in a city and find out how people live. The big data analysis can show what actions to consider in order to prevent crimes, health problems or simply give a better lifestyle to people living in big cities.

Simons Voss Integration

Simons Voss Integration

We are proud to show you the integration between EVE and SimonsVoss technology.

You can now detect who comes in and out from the building and start a specific scenario. You can also open doors remotely from your smart device.

Kinect 2 technology

Kinect 2 technology

The new Microsoft Kinect 2 is a very smart device that can be used in a lot of different situations. It is a pleasure to use it to control home automation.

It allows the control of face, gestures, multi-language local speech, voice direction, body, left/right hands, space coordinates of each hand, eyes, eyeglasses, happiness and sadness. Thanks to all these features we can connect any gesture to a specific command to control KNX/Modbus devices and parameters.

Using Excel to control Home/Building Automation

Home automation means doing something when something happens.

Easy to say but not so easy to define and accomplish.
Every system is different and it’s needs can change during the time.
After a lot of thinking about the best user interface to use to give freedom to installers and users to define how the system works we found that we can just use a more natural old fashion EXCEL file to do most of the complex jobs.

Infact Excel offers a lot of functions , mathematical , textual and logical to leave the freedom to the user to define his own system without the need to learn too much. Few minutes to find out where the things are in the sheet and that’s it.

How it works?

After you installed EVE server and the Excel plugin you will find a EXCEL file in EVE ftp folder.
EVE create it for you putting in it all the component that are in your system.

Here is a quick example with some ZWave devices connected ( they can also be KNX ).

Schermata 2013-08-21 alle 15.41.42

 

When E9 value changes EVE recalculate all formulas in the sheet.
C7 changes based on the forumula : IF(value(E9)>0,1;”true”;”false”)

When C7 change value the corresponding ZWave Switch 4 0 device changes it’s state accordingly.

Now you can use the value in the cells that comes from sensors and switches and put the result of your functions in other cells that makes the real components changes accordingly.

Let’s say that you need to start something if the energy of your photovoltaic system makes enough energy.
Very simple, the energy production sensor can be found in your excel sheet, you can edit the switch function to

IF(value(sensorCell)>2000;”true”;”false”)

When the sensor read a production of energy greater than 2000 watt the function return TRUE the switch will be activated.
You can also say that it must stay active for 2 hours or to start after some time.

To save energy in a building you can check a couple of sensor in the factory and define which light must be ON or OFF based on different value of the sensors very quickly and most important thing you don’t need to study a manual to do so, simply use a knowledge that you or someone else probably already have.

You can use any kind of sensors and actuators with this system and reach a new level of freedom to accomplish your most complex logic functions.

Now with EVE you can.

Drop us an email if you want to know more about this system to info@ilevia.com